10 errori di bon ton che una wedding planner ti farà evitare

10 errori di bon ton che una wedding planner ti farà evitare


Alzi la mano chi ricevendo in regalo dalla suocera un libro sul galateo si sentirebbe offesa. Quasi riesco già a vederti che ribolli di rabbia: come osa, la suocera, scegliere per te un libro così particolare? Non poteva regalarti un qualsiasi romanzo?
A me è successo. Eppure lo scorso Natale, quando ho scartato quel regalo ero entusiasta. 
Si trattava del libro "Buone maniere" di Csaba dalla Zorza e ricordo di averci messo tre giorni per finire di leggerlo. L'ho amato in ogni pagina non solo perché mi piace lei, ma anche perché quello del galateo è un argomento che mi interessa molto.
È una delle caratteristiche fondamentali nella mia filosofia da wedding planner. Tradizioni e buone maniere, quelle che dell'Italia conosce tutto il mondo. Perciò nel mio caso quel regalo era particolarmente azzeccato.

Ma è un argomento spinoso: non a tutti piace sentirsi dire cosa devono fare... Tuttavia ci sono delle situazioni, ed il matrimonio è una di quelle, in cui alcune regolette vanno rispettate. E non parlo solo di quelle che riguardano le partecipazioni (su questo argomento ci ho scritto un intero articolo, che trovi qui).
Da wedding planner so quanto sia importante relazionarsi bene con tutte le mille sfaccettature (e persone) che compongono quel giorno. Perciò voglio darti alcuni consigli di galateo sul matrimonio che non puoi non conoscere.

 

1. Far aspettare gli ospiti

Se sulle partecipazioni di nozze hai previsto l'inizio della cerimonia alle ore 17.00, dovresti avere il buon senso di rispettare l'orario che hai indicato.
Molti dei tuoi ospiti saranno sul posto già da prima dell'orario indicato. 
Creare aspettativa è comprensibile, ma provocare ritardi non è corretto. 

2. Far accomodare tutti gli ospiti single allo stesso tavolo

Non giocare a fare Cupido, fai semplicemente accomodare i single insieme agli amici o ai parenti che già conoscono, come dovresti fare per chiunque altro. 

3. Comporre un menù troppo complicato

I ricevimenti dei matrimoni sono sicuramente occasioni in cui gli chef possono liberare la loro creatività. Ma accanto ad una portata dall'accostamento originale prevedine una dal gusto classico: ingredienti troppo particolari e sapori troppo marcati rischiano di mettere a disagio i tuoi ospiti.


Foto: Rossini Photography

4. Fare confusione con gli inviti

Se decidi di invitare tutti gli zii di primo grado, anche se con alcuni di loro ti vedi una volta al mese e con altri una volta l'anno, non puoi esimerti dall'estendere l'invito.
Fai attenzione: questa regola vale sia per i cugini che per gli altri gradi di parentela.

Un'altra cosa che dovresti chiarire da subito, onde evitare cadute di stile, sono i classici “+1”, ovvero i partner dei tuoi amici. 
Stabilisci una regola, come per esempio non invitare i +1 se la relazione dura da meno di un anno! 

5. Usare le etichette adesive per gli inviti

Su questo punto il galateo pare essere inflessibile. Persino io, che mi diverto a mixare idee nuove in contesti più classici, non transigo.
Gli inviti vanno scritti a mano. Se non hai una bella grafia chiedi aiuto a tua mamma o a tua sorella, o ingaggia una calligrafa. Ma non cedere alla tentazione di scrivere gli indirizzi al computer e stamparli su un'etichetta adesiva! Non c'è niente di più freddo ed impersonale! 

6. Inserire le indicazioni della lista nozze nell'invito

L'invito al matrimonio è il simbolo dell'affetto che riservi per una persona e testimonia la sua importanza nella tua vita.
Che tu ci creda o no, tutto questo esula dal fare i regali.
Anche se potrebbe sembrare il posto più ovvio, la busta con l'invito non è il luogo migliore per segnalare ai tuoi invitati “ehi, conto sul tuo regalo per andare alle Hawaii”.
Informazioni di questo genere possono tranquillamente essere date in un secondo momento, magari ai tuoi cari dai quali, sicuramente, ti sarà posta la domanda.



Progetto grafico: Miss Print officina grafica

7. Non salutare di persona tutti gli ospiti

Per essere sicuri di non dimenticare nessuno molti sposi riservano ai saluti il tradizionale giro fra i tavoli durante il ricevimento.
Quello che non sai è che è quasi impossibile che tu riesca a terminare il giro, perché sarai travolta da tutti coloro che ti inviteranno a fare un brindisi o una foto, o sarai distratta da una canzone e prima che te ne renda conto sarà il momento dei saluti.
Tu metticela tutta! Per i tuoi ospiti non c'è niente che abbia più valore di un tuo abbraccio.

8. Dimenticare di ringraziare

È buona norma ringraziare coloro che sono intervenuti al matrimonio e coloro che ti hanno anche solo inviato un telegramma di auguri.
Il momento ideale per farlo è al rientro del viaggio di nozze: basterà un semplice bigliettino, ma firmato rigorosamente a mano da entrambi.  
Ancor più di frequente, spesso ci si dimentica di ringraziare i fornitori che hanno contribuito a realizzare il matrimonio. Una mail, una telefonata o meglio ancora una recensione, saranno decisamente apprezzati. 

 
Foto: Roberto Candido


9. Esagerare il giorno prima delle nozze
Non è un caso se l'addio al nubilato si organizza almeno una settimana prima della data del matrimonio.
Il giorno prima delle nozze hai solo bisogno di una cena leggera e di andare a letto all'orario cui sei abituata; l'ultima cosa di cui hai bisogno è ritrovarti con le occhiaie, il mal di testa e lo stomaco sotto sopra.

10. Non prevedere il pranzo per gli operatori

Il fotografo e la band musicale (nonché la tua wedding planner) ti seguiranno per tutto il giorno.
È segno di rispetto da parte tua fare in modo che possano mangiare.
Mettiti nei loro panni: riusciresti ad esibirti per tutto il giorno senza nulla nello stomaco?


Oltre a questi 10 consigli di galateo sul matrimonio ce ne sarebbero tantissimi altri di cui parlare e tanti aspetti su cui soffermarsi... Magari anche "come reagire ad un regalo non di tuo gusto". Però voglio dirti una cosa: semmai tua suocera dovesse regalare anche a te un libro sul galateo, fammi un fischio. Io vivo e lavoro come wedding planner a Roma, se volessi riciclarlo e passarlo a me ne sarei felice... Ah a proposito, riciclare i regali: quello sì che è un altro argomento da galateo!
Per tutti gli altri consigli su galateo di matrimonio e per molto altro ricorda che sono a tua disposizione e puoi prenotare sin da ora una consulenza gratuita cliccando qui

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo su: