Matrimonio Hygge: 10 idee per realizzarlo

Matrimonio Hygge: 10 idee per realizzarlo


E poi è arrivata lei, Romina, che mi ha contattata parlandomi del suo matrimonio come di una festa intima e conviviale, da trascorrere con pochi ospiti (ma pochi davvero, meno di 20 persone nel suo caso), accoccolati su un divano davanti al fuoco scoppiettante di un camino.
So che ti stai chiedendo: ma parli di un matrimonio o di una gita in montagna? Ti confesso che ho avuto anche io questa reazione di primo acchito.
Ma ho ascoltato Romina e mi sono lasciata trascinare dal racconto del suo sogno fino a farmi travolgere completamente. In un attimo ho sentito il profumo della cioccolata calda ed il tepore delle coperte morbide, ho visto intorno a me la luce fievole delle candele e le pareti di legno della sala, ho ascoltato le risate sincere degli ospiti e lo scalpiccio del fuoco e ho capito che quello di Romina era uno dei matrimoni più dal #cuoreitalianostilenewyorkese di sempre. E così tra noi è stato amore.
 
Cosa alimenta di più un cuore italiano che voler trascorrere il giorno del proprio matrimonio in compagnia delle persone care? Che volersi circondare di amici, quelli veri? Quelli con i quali vorresti svegliarti anche la mattina dopo il matrimonio, quelli che sai resteranno fino all'ultimo momento del ricevimento, quelli che ti aiuteranno ad imbustare le partecipazioni?
 
E cosa c'è di più stile newyorkese che voler dare un tocco di stile personale a questa sensazione di calore e armonia, di voler riempire il ricevimento di matrimonio con dettagli unici così che oltre a sentirsi accolti e coccolati i tuoi ospiti non dimentichino di essere all'evento più importante della tua vita?


photo: lovestylemindfulness
 
La definizione di questo stato d'animo c'è. Stavolta però lungi dal provenire dagli Stati Uniti (stavolta non dobbiamo a loro il primato) arriva dal nord europa, dalla Danimarca precisamente, e porta con se un nome particolare: "Hygge" (che si legge Hooga). A questo termine non c'è una traduzione esatta nelle altre lingue, ma si può rendere con tutti gli aggettivi che hanno a che vedere con il calore, la convivialità, la gentilezza.
Per alcuni "hygge" è uno stile di vita che mira a tornare alla base delle cose, dando valore solo alle cose semplici che contano davvero nella vita. Uno state of mind che predilige una vita priva di drammi, dal ritmo allentato e colma di piccole, deliziose gioie.
E qual è il giorno della tua vita che più di tutti gli altri vuoi vedere costellato di gioia se non il giorno del tuo matrimonio?
Se vuoi che il tuo matrimonio sia hygge, ovvero intimo, accogliente, caldo e confortevole, come una tazza di cioccolata calda a lume di candela, allora leggi la mia guida in cui ti spiego come organizzare un matrimonio hygge in 10 step.

1. La location
Scegli un luogo rustico e pieno di natura, niente ville o palazzi nobiliari.
I danesi sono noti per il loro amore per la vita all'aria aperta e celebrano davvero tutto ciò che la natura ha da offrire. Nel matrimonio hygge che mira a semplificare le cose e riportarle alle basi per concentrarsi davvero su ciò che è importante, la location ideale diventa un fienile all'aperto, una serra, un casale rustico in cui puoi accoccolarti. Niente tende drappeggiate, o vetrate articolate, nessuna scalinata da scendere come fossimo al ballo delle debuttanti nella tua location, ma ampi spazi e giardini dove ritrovare il contatto con la terra.

2. L'atmosfera
Lo sapevi che un danese mediamente consuma circa 6 chili di cera di candela all'anno? Nel tuo matrimonio hygge, perciò, l'illuminazione non può che essere costruita attraverso candele, tealight, ceri sparsi qua e là a creare piccoli spot di luce calda. Non dimenticare di posizionare lanterne e grandi candele a pilastro fuori dai tuoi ingressi per dare un caloroso benvenuto ai tuoi ospiti.
Crea un salotto caldo per i tuoi ospiti, magari di fronte ad un camino, con divani morbidi e coperte di pile dove accoccolarsi.
 

photo: wedding wonderland

3. Il cibo
Rendi l'esperienza culinaria rilassata e conviviale, lascia perdere la cucina molecolare e le sperimentazioni degli chef stellati.
Offri ai tuoi ospiti una cucina casalinga e genuina, sapori autentici, magari locali, serviti su piatti e ceramiche artigianali. Niente cristallo lavorato o piatti bordati di oro sulla tua tavola.
Se gli ambienti nei saloni lo rendono possibile, prediligi i tavoli imperiali che sono perfetti per creare un'atmosfera rilassata e familiare.

 
4. Le decorazioni floreali
Le composizioni di un matrimonio hygge prevedono prevalentemente l'uso di fiori e fogliame in mazzi sciolti e selvatici, uniti in composizioni dall'aspetto volutamente "scomposto" come fossero stati appena raccolti. Per una sensazione invernale, usa fogliame dai toni blu come felce, cardo ed eucalipto accostandoli a fiori dai toni più caldi come rose, ortensie e bacche, tantissime bacche. Non dimenticare il legno, nei ceppi accanto al camino ma anche nei dettagli decorativi insieme a pigne e rami di abete.


5. Un caldo benvenuto
Non fai certo fatica ad immaginare che lo stile hygge esprime al massimo le sue potenzialità in uno scenario invernale. Perciò per il tuo matrimonio hygge non potrei che suggerirti di riempire dei cestini con coperte per tenere al caldo le signore più freddolose.
Che ne pensi poi di accogliere i tuoi cari con una tazza di cioccolata calda e marshmallow o delle caldarroste con vin brulé?

 
6. Il tuo look da sposa
Acconciature articolate e troppo composte, lacca e fermacapelli brillanti non sono sicuramente adatte per un matrimonio hygge. Meglio puntare ad avere un aspetto sobrio e naturale, lasciando che i tuoi ospiti apprezzino la tua bellezza naturale. Tra i capelli niente di meglio che fiori freschi.



photo: happywed.com



Photo: via pinterest

7. Niente lista nozze
Un matrimonio hygge riguarda l'amore e l'amicizia, non regali materiali. Un ospite ad un matrimonio hygge non si aspetterebbe mai un cadeaux di matrimonio. Una sposa e uno sposo di hygge sarebbero felici già solo per il fatto che i loro ospiti siano lì per festeggiare la loro giornata con loro, non penserebbero mai di chiedere un regalo materiale in cambio.
 
8. Qui ed ora
Spegni i telefoni ed ignora i social media.
Niente è più lontano dalla filosofia di un matrimonio hygge se non il mondo social: qui si prevedono solo calore umano ed affetti sinceri. Like e dirette instagram non sono contemplate. L'idea è quella di stare insieme, condividendo i momenti più belli.
 

Photo: wedding wonderland

9. Un'unica tribù
Sempre ispirandosi agli affetti sinceri, nel matrimonio hygge la lista degli ospiti si riduce tantissimo perché è ai rapporti più sinceri e ai legami più saldi che si vuole far riferimento.
Il bello di questi matrimoni è sentirsi in un'unica tribù, al riparo da giudizi, competizioni, bisogno di piacere.
Quando le persone che stai invitando al tuo matrimonio hygge sono le persone più vicine e più care, non c'è bisogno di provare ad impressionarle. Ti conoscono e sono entusiaste della possibilità di far parte del tuo giorno importante a prescindere da tutto il resto. Sono le persone che vogliono il meglio per te.
Perciò ti consiglio di tenere assolutamente fuori dalla tua lista ospiti le persone con cui ti senti a disagio se puoi. Capisco che potrebbero esserci persone che ti senti obbligata ad invitare. Alcune delle persone più vicine potrebbero anche fare pressione su di te per invitare ospiti che non ti piacerebbero. Ma tu cerca di tenere a mente che è la tua giornata e che il punto è riunire solo quelli che in America chiamano "nearest and dearest": ovvero i più vicini e i più cari.
 

10. Gratitudine
Fermati di tanto in tanto e goditi il momento! Lasciati invadere dalla bellissima sensazione di sentirti la persona più fortunata del mondo. Sii grata di vivere un momento della tua vita così speciale e unico, così atteso e così intenso.
 

Romina non ha avuto dubbi, e ha accolto tutti e 10 i punti del mio vademecum per un matrimonio hygge.
Io dal canto mio sono entusiasta all'idea di cambiare rotta e per una volta occuparmi del benessere di un gruppo ristretto di persone, che già so alla fine tratterò come amiche.
Ci vorrà un annetto prima che tu possa vedere le foto del meraviglioso matrimonio di Romina, ma fino ad allora niente ci vieta di sognare insieme.
Chiamami e fissiamo una chiacchierata conoscitiva. Non vedo l'ora di lasciarmi emozionare anche dal tuo progetto di nozze!

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo su: