Matrimonio invernale: come organizzarlo

Matrimonio invernale: come organizzarlo


Quest'anno si fa un gran parlare del matrimonio invernale. Perché quest'anno più che mai, molte spose si sono trovate a considerare l'idea di un matrimonio in una stagione diversa da quella che avevano pianificato.

Non so se sei tra quelle, e non ti convincerò di qualcosa che non vuoi fare, perché parto sempre dal presupposto che non puoi tutto ad un tratto farti piacere l'inverno se sei una tipa che ai primi freddi entra in letargo.

Quello che so, però, è che ci sono ragazze che scelgono di sposarsi facendosi accompagnare dalla magia della neve, che se chiudono gli occhi immaginano il loro ricevimento in una grande sala al cospetto di un enorme camino acceso. Tra le chiacchiere degli ospiti sentono lo scalpiccìo del fuoco e non il ronzio dell'aria condizionata, e sui banchi della chiesa omaggiano le loro ospiti di pashmina calde e avvolgenti, non di ventagli.

Con una di queste ragazze sto lavorando proprio in questo periodo. A lei non ha mai sfiorato neanche vagamente l'idea di sposarsi in estate!

Perché lei ha sempre immaginato un ricevimento in un grande salone piuttosto che in una distesa di un prato. Perché lei non si è mai vista come Cenerentola o la Bella Addormentata nel bosco. Se pensa ad una principessa lei vede Biancaneve…

E non posso dirti oltre, ma posso mostrarti le immagini che stanno ispirando il nostro progetto, ambientato in un bosco pieno di magia.



Se credi che in inverno non si possa giocare con i colori ti sbagli. Devi sapere infatti che esistono delle combinazioni molto interessanti, lontanissime dal total white a cui molte spose pensano.

Le bacche, i frutti di bosco, i melograni e le mele, il fogliame sempre verde ed il muschio, le pigne ed il legno insieme delle combinazioni caldissime e molto eleganti.








Ai tuoi ospiti puoi offrire cioccolata calda, tazze bollenti con té aromatizzati e del buon liquore che suggerisca (a seconda dei gusti e dei momenti della giornata) un'atmosfera intima e accogliente, accompagnata magari dalle note di un'orchestra che suona dal vivo.











Se però “ami i caldi abbracci” come Olaf, la mascotte del film che celebra non solo l'inverno ma la magia del ghiaccio e della neve, allora è tutta un'altra storia.






Che tu ti senta Elsa o Biancaneve non importa. Quello che devi sapere è come fare per tradurre in realtà l'atmosfera che ti fa sognare ad occhi aperti. 

Scegliere la location che sia dotata di tutti i comfort per un matrimonio “fuori stagione” non è scontato. Hai mai pensato a quanto investimento in termini di riscaldamento dovrebbero investire i titolari? Un conto è collocare un piano B, da attuare solo in caso di imprevisto, un conto è ospitare un ricevimento che nasce per essere invernale.

Per valutare questi ed altri aspetti, come per esempio combinare i colori della tua palette e realizzare l'atmosfera che sogni, chiedimi un consiglio prenotando la tua prima consulenza gratuita.

Sarò felice di aiutarti e mostrarti come funziona il mio lavoro. 

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo su: